In esclusiva il poster ufficiale de Il bene mio di Pippo Mezzapesa, che debutta domani a Venezia 75 - Giornate degli Autori.

- Google+
6
In esclusiva il poster ufficiale de Il bene mio di Pippo Mezzapesa, che debutta domani a Venezia 75 - Giornate degli Autori.

Il bene mio, il nuovo film di Pippo Mezzapesa con Sergio Rubini, Sonya Mellah, Dino Abbrescia, Francesco De Vito, Michele Sinisi e con Teresa Saponangelo sarà presentato domani 5 settembre alle ore 11.45 in sala Perla come evento speciale alle Giornate degli Autori e sarà al cinema dal 4 ottobre con Altre Storie.

Il film racconta la storia di un piccola comunità dissolta, quella di Provvidenza. Elia, ultimo abitante di Provvidenza, paese distrutto da un terremoto, rifiuta di adeguarsi al resto della comunità che, trasferendosi a "Nuova Provvidenza", ha preferito dimenticare. Per Elia, invece, il suo paese vive ancora e, grazie all'aiuto del suo vecchio amico Gesualdo, cerca di tenerne vivo il ricordo. Quando il Sindaco gli intima di abbandonare Provvidenza, Elia sembrerebbe quasi convincersi a lasciare tutto, se non cominciasse, d’un tratto, ad avvertire una strana presenza. In realtà, a nascondersi tra le macerie della scuola, dove durante il terremoto perse la vita sua moglie, e Noor. Lei è una giovane donna in fuga e sarà questo incontro, insieme al desiderio di continuare a custodire la memoria di Provvidenza, a mettere Elia di fronte a un'inesorabile scelta.

"Una voce fuori dal coro quella di Elia. Un personaggio che resiste, visionario e lucido, allo stesso tempo - ci racconta il regista. Un film, Il bene mio, in cui la realtà inciampa nella magia, fatto di pietre abbandonate e incontri, rivelazioni e scontri, paradosso e sogno. Quella di Elia è una lotta personale contro la rimozione del ricordo e l'inesorabile smembramento di una comunità che vorrebbe spegnere quell'ultima luce di Provvidenza. Una vicenda in cui tutti hanno le proprie ragioni, in cui tutti sono tasselli di una comunità perduta che cerca come può di esorcizzare il dolore".

"Il film ha i toni di una poesia semplice, ma estremamente evocativa - aggiunge il produttore Cesare Fragnelli. Un film che si fa portavoce di novità, di disperazione e allo stesso tempo di felicità e speranza. È meraviglioso l'insieme di amore, solitudine e felicità che dona".

Il film è una produzione Altre Storie con Rai Cinema, prodotto da Cesare Fragnelli, con il contributo del MiBACT- Direzione Generale per il Cinema e di Apulia Film Commission.



Lascia un Commento
Schede di riferimento
Lascia un Commento