Sergio Rubini custode della "memoria di Provvidenza" nel secondo teaser poster de Il bene mio di Pippo Mezzapesa

- Google+
28
Sergio Rubini custode della "memoria di Provvidenza" nel secondo teaser poster de Il bene mio di Pippo Mezzapesa

Vi mostriamo oggi, in anteprima, il secondo teaser poster del film Il bene mio, di Pippo Mezzapesa, con Sergio Rubini, ambientato nel paese di Provvidenza. A un anno dalle riprese, il film, una produzione Altre Storie con Rai Cinema, sarà presentato in anteprima mondiale alle Giornate degli Autori il 5 settembre come evento speciale e uscirà nelle sale dal 4 ottobre con Altre Storie.

Provvidenza è un paese fantasma. Elia (Sergio Rubini) è rimasto l’ultimo ad occupare quelle case senza anima. Si è sempre rifiutato, infatti, di trasferirsi nel 'paese nuovo', come hanno fatto molti dei suoi amici e parenti. Vive in una delle poche case rimaste in piedi e, nel corso degli anni, è diventato custode della memoria di quel borgo, con l’illusione di poter riportare la vita e di recuperare una comunità ormai dissolta. Una scelta, la sua, non condivisa dagli abitanti che vorrebbero convincerlo ad abbandonare il paese.

"Mi hanno sempre turbato i 'paesi fantasma', le case abbandonate, le strade deserte attraversate dall'eco di un passato dissolto – racconta il regista. Così come provo una profonda fascinazione per chi di quei luoghi dimenticati, in fondo traditi, diventa custode. È per questo che ho deciso di raccontare la lotta di Elia, l'ultimo abitante di Provvidenza, la sua resistenza, lo strenuo tentativo di recuperare una comunità smembrata. Le luci della città nuova, bagliori di omologazione e rassegnazione, sono lì all'orizzonte, a tracciare la possibilità di una nuova vita. Ma per Elia bisogna ricordare, non basta fuggire per permettere alla ferita di rimarginarsi".

Pippo Mezzapesa firma il suo secondo lungometraggio dopo aver curato la regia di numerosi film brevi, documentari e di un lungometraggio. Fra i suoi lavori: Zinanà (vincitore del David di Donatello), Come a Cassano (menzione speciale Nastro d'Argento), L'Altra Metà (Globo d'Oro), Pinuccio Lovero - Sogno di una morte di mezza estate (presentato alla Mostra Internazionaledi Arte Cinematografica di Venezia - SIC), Pinuccio Lovero - Yes I can (presentato al Festival Internazionale del Film di Roma - Prospettiva Italia) e Settanta (vincitore del Nastro d'Argento), Il paese delle spose infelici (in concorso al Festival Internazionale del Film di Roma).



Lascia un Commento
Schede di riferimento
Lascia un Commento